Umbria
Banner Advertisement - esposizioni:  - click:
Centri benessere  | Terme  | Itinerari  | Storia  | Arte  | Prodotti Tipici  | Parchi  | Sport  | Università  | Aziende  | Associazioni  | Teatri  |    

Bookmark and Share
Home > Itinerari dell'Umbria > Itinerario naturalistico


Ci sono 13  Itinerari Naturalistici in Umbria




Itinerario naturalistico | La Sorgente dei Cappuccini di Sellano

visto (5296)

PUNTO DI PARTENZA ED ARRIVO Ex Convento dei Cappuccini in Loc. Acquapremula di Sellano COME SI RAGGIUNGE IN AUTO: Dalla S.S. 319 dopo circa 1 Km. da Sellano occorre svoltare a sinistra sulla S.P 466 per Montesanto. Superato lo stabilimento di imbottigliamento dell'acqua minerale si incontra una sterrata, presso una fonte, che sale all'ex Convento dei Cappuccini. IN TRENO: Stazione di Foligno, poi mezzi pubblici per Sellano. Percorso a piedi ed in mountain-bike Lunghezza: circa 10 Km. Durata: ore 4 a piedi - 2 ore in MTB Difficoltà: facile Quota massima: Mt. 640 s.l.m. Dal Convento ci si immette sulla S.P. 466 fino a raggiungere la S.S. 319 da dove si prosegue (in direzione di Sellano). Dopo un breve percorso occorre prendere a sinistra la strada che porta a Colle e Montalbo per arrivare al borgo medievale abbandonato di Postignano. Si riprende poi la strada del ritorno percorrendo a ritroso il percorso sopraindicato. Percorso in auto Si
Città interessate: Sellano

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | La Sorgente "Le Fontanelle" di Sassovivo

visto (5477)

PUNTO DI PARTENZA ED ARRIVO L'Abbazia di Sassovivo di Foligno COME SI RAGGIUNGE IN AUTO: Percorrendo la S.S. 3 si esce da Foligno Sud-Est seguendo l'apposita segnaletica che indica l'Abbazia di Sassovivo. IN TRENO: Stazione di Foligno, poi mezzi pubblici. Percorso a piedi Lunghezza: circa 8 Km. Durata: 3 ore Difficoltà: medio-facile Quota massima: Mt. 848 s.l.m. Dall'Abbazia si prende la strada che sale verso Monte Casalini, accanto alle falde del Monte Serrone, e che conduce a Casale. Dopo circa 500 Mt. - a quota Mt. 575 - si devia a destra su di un tracciato segnalato che, costeggiando il Monte Serrone, arriva alla Fonte delle Pecore (Mt. 548 s.l.m) da dove, prima di raggiungere l'abitato di Casale, si svolta a destra per portarsi su di un sentiero che, sotto il Monte Aguzzo, scende alla sorgente minerale. Lasciata detta località ci si innesta sulla strada asfaltata per Foligno che si lascia, dopo più di 1 Km., per prendere a destra (presso la ve
Città interessate: Foligno

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Le Sorgenti in terra di Nocera Umbra

visto (4503)

PUNTO DI PARTENZA ED ARRIVO Mascionche di Nocera Umbra COME SI RAGGIUNGE IN AUTO: Provenendo dalla S.S. 3 si segue la segnaletica per Nocera Scalo e Stazione. Appena superato il passaggio a livello si devia immediatamente a destra per Mascionche. IN TRENO: Stazione di Nocera Scalo. Percorso a piedi ed in mountain bike Lunghezza: circa 15 Km. Durata: 5 ore a piedi - 2 ore in MTB Difficoltà: facile Quota massima: Mt. 615 s.l.m. All'inizio dell'abitato di Mascionche si prende la strada che a sinistra porta a Nocera Scalo in località la Cartiera da dove, costeggiando il Fiume Topino, si giunge ad un incrocio. Da tale punto si svolta a destra sulla sterrata per Petracchio, che si percorre fino a Capanne, da dove ci si dirige a Bagni di Nocera convergendo a sinistra. Quindi si prosegue per scendere a destra verso Stravignano ed Acciano. Superate tali località si raggiunge la Pieve la Romita per immettersi sulla S.S. 361 per San Giovenale e Nocera ritorna
Città interessate: Nocera Umbra

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Monte Pennino

visto (5770)

PUNTO DI PARTENZA ED ARRIVO Bagnara di Nocera Umbra COME SI RAGGIUNGE IN AUTO: Provenendo dalla S.S. 3 Flaminia si raggiunge Nocera Umbra Nord da dove si esce per imboccare la S.S. 361 per Pioraco e Fiuminata, che porta alla Frazione di Bagnara. IN TRENO: Stazione di Nocera Scalo, poi mezzi pubblici. Percorso a piedi Lunghezza: circa 10 Km. Durata: 4 ore Difficoltà: media Quota massima: Mt. 1.571 s.l.m. Da Bagnara si esce a destra della S.S. 361 per prendere la sterrata della Valle Egna che si lascia, dopo circa 1 km, per svoltare a sinistra su di una mulattiera che si inerpica (all'altezza di un traliccio) sulle falde di Monte Pennino raggiungendo prima le grotte di Sant'Angelo e poi Pozzo Federici. Superata tale ultima località si prende la strada che congiunge Colle Croce con Monte Pennino procedendo a sinistra per arrivare al Colle della Croce (Mt. 1.550 s.l.m.) ed alla cima del Pennino a Mt. 1.571 s.l. m. Percorso in mountain-bike ed auto
Città interessate: Nocera Umbra

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | L`oasi del Monte Alago

visto (11301)

PUNTO DI PARTENZA ED ARRIVO Nocera Umbra COME SI RAGGIUNGE IN AUTO: Dalla S.S. 3 Flaminia. IN TRENO: Stazione di Nocera Scalo. Percorso a piedi ed in mountain-bike Lunghezza: circa 14 Km. Durata: 6 ore a piedi - 3 ore e 30 minuti in MTB Difficoltà: nessuna Quota massima: Mt. 946 s.l.m. Si esce da Nocera dal lato Nord prendendo la strada in direzione di Pioraco e Fiuminata che si lascia dopo circa 500 Mt. per immettersi a sinistra sul percorso che porta alle fonti di Centino e Schiagni attraverso boschi rigogliosi fino ai vasti prati di Monte Alago (il percorso è ben segnalato ed incrocia il Sentiero Italia). Per il ritorno si percorre a ritroso lo stesso itinerario. Percorso in auto Lunghezza: circa 10 Km. Durata: 20 minuti Difficoltà: nessuna Si esce sempre dal lato Nord di Nocera sul vecchio tracciato della S.S. 3 da dove si devia a destra seguendo la segnaletica che conduce al Monte Alago. COSA C'E' DA VEDERE Il p
Città interessate: Nocera Umbra

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Il parco di Colfiorito nellaterra dei Plestini

visto (4013)

PUNTO DI PARTENZA ED ARRIVO: Colfiorito COME SI RAGGIUNGE IN AUTO: Dalla S.S. 77 - sia per chi proviene da Nord via Foligno sia per chi proviene da Sud via Civitanova Marche - Muccia. IN TRENO: Stazione di Foligno, poi bus per Colfiorito. Percorso a piedi ed in mountain-bike Lunghezza: 6 Km. Durata: 2 ore e 30 minuti a piedi - 1 ora in MTB Difficoltà: nessuna Quota massima: Mt. 926 s.l.m. Uscendo da Colfiorito si prende il viottolo che costeggia la palude salendo fino alla frazione di Forcatura. Da qui si torna indietro sulla strada asfaltata fino a raggiungere l'incrocio per la Croce di Casicchio svoltando a sinistra. Raggiunta la sommità del monte Orve, ove è ubicato un castelliere, si discende verso Val Vaccagna sulla strada che porta ad Annifo. Una volta attraversata ci si porta alle pendici di Monte Falcone raggiungendo la S.S. 77. Superata in linea retta anche tale arteria, ci si immette sulla sterrata che porta alla chiesa di Pistia. Da tale lo
Città interessate: Foligno, Colfiorito

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Da Assisi a Spello

visto (7898)

Itinerario a piedi con partenza ad Assisi, in piazza Matteotti, e arrivo alla stazione di Spello. La piazza si raggiunge in bus ogni 30' dalla stazione di Assisi. Vempo di percorrenza: 7 ore, escluse le soste. - Dislivello: 800 metri. - Segnavia: sentiero 50, segnalato con tacche di colore bianco/rosso. - Condizioni del percorso: strade sterrate, sentiero. - Equipaggiamento consigliato: scarponcini, giacca e berretto antivento. *Periodo consigliato: dalla primavera all'autunno. - Dove mangiare: lungo l'itinerario non si incontrano punti di ristoro; dotarsi di provviste e di acqua ad Assisi (buoni panini e torta al formaggio da Andrea, in p.za S. Rufino, poco sotto p.za Matteotti). - I buoni acquisti: a Spello, in corso Cavour 35, si trova l'enoteca Hispellum che, oltre ai vini regionali ha un vasto assortimento di altri prodotti alimentari locali (fra cui l'olio biologico), tel. 0742.651766. - Indirizzi utili: Parco naturale del Monte Subasio, Cà Piombino, Assisi, tel. 075.81518
Città interessate: Assisi, Spello

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Da Spoleto a Foligno

visto (3990)

Itinerario lineare in bicicletta con partenza alla stazione Fs di Spoleto e arrivo alla stazione di Foligno (linea Roma-Ancona). Si sviluppa lungo i corsi d'acqua della Valle Umbra su strade secondarie o con limitazioni di traffico veicolare. - Distanza: 33 km. - Dislivello: trascurabile. - Condizioni del percorso: strade secondarie asfaltate e sterrate. - Mezzo consigliato: bicicletta da turismo con battistrada rinforzato, casco protetivo. - Periodo consigliato: in ogni stagione. - Dove mangiare. Lungo l'itinerario non si trovano molti luoghi di ristoro. I più si concentrano lungo il tratto della Flaminia nei pressi delle Fonti del Clitunno, oppure nei centri di Passignano e di Trevi. Qualche indirizzo esente da contaminazioni turistiche: alle Fonti del Clitunno, La Trattoria, tel. 0743.275797, chiuso il giovedì e a gennaio; a Trevi, al km 139 della statale FLaminia, Taverna del Pescatore, tel. 0742.780920, chiuso mercoledì, tradizionale cucina umbra. - Riparazione cicli. A Spo
Città interessate: Spoleto, Foligno

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Da Spoleto a Patrico

visto (5585)

Itinerario circolare a piedi con partenza e arrivo alla stazione ferroviaria di Spoleto. Si sviluppa lungo e attorno al valle del Fosso di Vallecchia, sul versante occidentale del Monteluco. - Tempo di percorrenza: 5 ore e 30 minuti. - Dislivello: 714 metri. - Condizioni del percorso: sentieri, strade sterrate. - Segnavia: sentiero 6 fino a Patrico, poi sentiero 7 dalla Forcella Veflana a Le Aie, infine sentiero 1 da Le Aie a S. Pietro. - Periodo consigliato: tutto l'anno, salvo l'inverno in caso di neve - Dove mangiare. A S. Giuliano, Trattoria S.Giuliano, tel. 0743.47797. A Pa trico, Agriturismo Bartoti (con alloggio), tel. 0743.220058. - Altre informazioni utili. Ufficio turistico di Spoleto, piazza della Libertà 7, tel. 0743.220311. Il punto di partenza del sentiero segnalato è fissato alla periferia sud di Spoleto, vicino alla chiesa di San Pietro, da cui si farà ritorno. Dalla Stazione ferroviaria vi si arriva attraversando a piedi il centro storico o utilizzando la l
Città interessate: Spoleto

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Da Tuoro a Passignano sul Trasimeno

visto (4277)

Itinerario lineare a piedi con partenza dalla stazione Fs di Tuoro sul Trasimeno e arrivo alla stazione di Passignano sul Trasimeno (linea Terontola - Perugia). Si sviluppa sulle alture che circondano la sponda settentrionale del lago Trasimeno a un'altezza media di 350 metri. - Tempo di percorrenza: 4 ore e 30 minuti. - dislivello in salita; 456 metri. - Segnavia: bianco/rosso con il numero 2 (attenzione! La segnalazione è approssimativa e in alcuni tratti del   tutto mancante). - Condizioni del percorso: strade campestri sterrate, sentieri. Periodo consigliato: tutto l'anno. - Dove mangiare. Su( percorso non si trovano punti di ristoro. A Tuoro ci si può rifornire di provviste. - Indirizzi utili. ProLoco di Tuoro, via Ritorta 1, tel. 075.825220, in estate aperta tutti i giorni dalle 9 alle 12 e   dalle 15 alle 18. Taxi: G. Bufali (Tuoro), tel. 336.633854. Dalla stazione di Tuoro (alt. 267) si seguono le indicazioni per il centro abitato (a i km)
Città interessate: Tuoro, Passignano sul Trasimeno

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | L` isola Polvese

visto (10105)

Itinerario circolare a piedi sull'isola Polvese (lago Trasimeno). Polvese è accessibile da Pasqua a settembre con il servizio di navigazione lacuale. I battelli effettuano servizio con partenza da Passignano (una corsa giornaliera) o da San Feliciano (più di frequente). Per informazioni e orari: tel 800-512141 - http://www. apmonline. com. La stazione ferroviaria di Passignano (linea Perugia - Terontola) si trova a circa 350 metri dall'imbarcadero. Per raggiungere San Feliciano occorre invece effettuare un tragitto a piedi di circa 3,5 km - Tempo di percorrenza: 2 ore. *Dislivello: 56 metri. - Condizioni del percorso: strade campestri sterrate. Dove mangiare. Alla Villa, sull'isola, è in funzione un ristorante (tel. 075.9659545); un secondo ristorante (Casa di Delfo) è aperto in estate presso la punta orientale. - Le buone compere. Alla Bottega della Qualità (tel. 075.9659547) si possono acquistare i prodotti biologici dell'isola, in particolare l'olio d'oliva. +Indirizzi utili
Città interessate: Passignano sul Trasimeno, Magione, Castiglion del lago

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | L`anello della Cima Mutali a Fossato di Vico

visto (5313)

Itinerario circolare a piedi con partenza e arrivo alla stazione Fs Fossato di Vico (linea Roma-Ancona). Si sviluppa alle pendici e sulla vetta di Cima Mutali, sulla catena spartiacque fra Umbria e Marche. - Tempo di percorrenza: 5 ore, escluse le soste. - Dislivello: 670 metri. - Segnavia. Sentiero 9 fino al bivio sotto Colle Aiale, poi sentiero 123 fino alla Cima Mutali. Tutti segnalati con tacche di colore bianco/rosso. - Condizioni del percorso: strade sterrate, sentiero. - Equipaggiamento consigliato: scarponcini leggeri, giacca a vento con cappuccio. - Periodo consigliato: dalla primavera all'autunno. - Dove mangiare. Nessun ristoro lungo il percorso salvo il bar ristorante Il Valico, al Valico di Fossato, tel. 348.9290104 (richiede una breve diversione dall'itinerario). Rifornirsi di provviste e di acqua a Fossato di Vico. - Indirizzi utili. Ufficio turistico di Gubbio, piazza Oderisi, tel. 075.9220693 - http://www.umbria2000.it - Proloco di Fossato, tel. 0719190202.
Città interessate: Fossato di Vico

Disponibile una fotografia


Itinerario naturalistico | Cascata delle Marmore

visto (11152)

La cascata delle Marmore prodigio dell'uomo e della natura Un'enorme massa d'acqua che precipita con tre salti lungo i 165 metri delle Marmore, trasformandosi in schiuma e generando un immenso fragore: ecco il suggestivo scenario che la cascata delle Marmore offre al visitatore. Prodigiosa opera dell'uomo che ha saputo trasformare una situazione naturale precedente in modo spettacolare, la cascata nasce dalla necessità di bonificare la malsana pianura reatina. L'autore di questo spettacolo è il console romano Manlio Curio Dentato, noto per avere vinto Pirro e i Sanniti; per ovviare all'inconveniente delle acque ristagnanti del Velino che non trovavano uno sfogo naturale, il console elaborò il progetto di scavare un canale di circa 2 km, che facesse da emissario di scolo, in cui convogliare artificialmente le acque del Velino in quelle del Nera. Nonostante l'origine e l'autore della cascata siano ben noti, la popolazione locale ha costruito attorno a essa una romantica leggenda, che
Città interessate: Terni

Disponibile una fotografia


Pag: 1







Menù

Servizi

Mappa