Umbria
Banner Advertisement - esposizioni:  - click:
Centri benessere  | Terme  | Itinerari  | Storia  | Arte  | Prodotti Tipici  | Parchi  | Sport  | Università  | Aziende  | Associazioni  | Teatri  |    

Bookmark and Share


96  Storia 




Storia | Nocera Umbra | Nocera Umbra

Nocerini - Alt. 520 m. slm - S. Rinaldo, 9 febbraio La Storia Di età paleolitica ed antico vico Umbro (Noukria), in una delle sue tante ricostruzioni e rifondazioni, gli Umbri preromani la chiamarono Nocera e cioè "nuova costruzione". Nel 266 a.C. fu conquistato da Roma ed eretto a Municipio Romano nel 161 a.C. Chiamato "Nucera Camellaria", fu importante stazione sulla via Flaminia con un rapido e rigoglioso sviluppo. Devastato dall'invasioni barbariche ed i modo particolare da quelle dei Goti di Totila (552 d.C.), nel sec. VI fu assoggettato al Ducato di Spoleto. L'Arte Campanaccio, resti di torrione del XI sec. Duomo, posto nella cima del colle, distrutto da Federico II, fu rifatto nel 1448 in stile francescano umbro. Chiesa S. Francesco, oggi Pinacoteca con affreschi di Matteo da Gualdo e reperti dell'epoca paleolitica, neolitica, romana, medievale e rinascimentale. Chiesa di S. Filippo, in stile gotico. Chiesa di S. Chiara, con tre tele di Carlo Maratta. La Palombara,

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Norcia | Norcia

Nurcini - Alt. 604 m. slm - S. Benedetto, 21 marzo La Storia Fondata dai Sabini, il suo centro storico fu circondato da mura. Nel II secolo a.C. fu eretta a Prefettura e poi a Municipio Romano nella IV Regione Sabina. Ostile ai tentativi di riforma dei Gracchi, si schierò con Antonio e così fu vinta da Ottaviano. Fu convertita al Cristianesimo nel 250 circa dal Vescovo di Foligno, San Feliciano. Devastata dai Goti e dai Longobardi, questi ultimi la assoggettarono al Ducato di Spoleto. In epoca altomedievale, attraversò un periodo di depressione causata dalle emigrazioni e dall'alto tasso di mortalità. La sua ripresa fu possibile grazie alla posizione territoriale ed al la vicinanza dell'Abbazia di Sant'Eutizio. Insieme ad altre sette città fu separata da Ottone I (962) dal Regno d'Italia ed assoggettata alla Chiesa. Predominando a Norcia la fazione Guelfa, il Papa se ne servì, durante il suo soggiorno ad Avignone, per domare la Ghibellina Cascia. Costituitasi libero comune nel

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Orvieto | Orvieto

Orvietani -Alt. 325 m. slm - S. M. Assunta, 15 agosto La Storia Fondata dagli Etruschi fece parte della lega delle 12 città che si opposero a Roma fino al 263 quando fu da questa distrutta. Il nome Orvieto deriva da "Urbs vetus" (città vecchia) ciò che lascia presupporre l'esistenza di una "città nuova" situata altrove. La "Urbs vetus" era senz'altro un importante centro etrusco, come attestano i molti rinvenimenti sulla rupe, probabilmente abbandonata e rimasta senza nome nel periodo tardo repubblicano e imperiale. Dopo il crollo dell'impero romano, le rupe di Orvieto, facilmente difendibile, offrì nuove possibilità di insediamento a chi cercava un luogo protetto, la sede episcopale venne trasferita qui da Bolsena. La città, per il cui possesso combatterono Goti e Bizantini divenne successivamente sede di un duca longobardo, anche se non faceva ufficialmente parte del Patrimonio di San Pietro, si trovava comunque sotto il controllo del potere pontificio. La città cominciò ad amp

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Otricoli | Otricoli

Otricolani -Alt. 209 m. slm - S. Vittore, 14 maggio La Storia Di antiche origini Umbre, sono conservati nei principali musei del mondo, particolari-nenie in quelli del Vaticano, numerosi ed interessanti reperti archeologici e storici. Il nome potrebbe essere derivato dalla parola greca "Ocris" (monte), che avrebbe forse influenzato il nome umbro e quello etrusco "ocar", "ukar". In periodo tardo imperiale il nome cambiò in "Ultriculum" da cui deriva la forma medioevale Utricoli. Il primo contatto certo con Roma si ebbe alla fine del IV secolo a.C. Dal I sec. a.C. in poi la storia della città si può leggere attraverso i monumenti, molti dei quali datati tra il I sec. a.C. ed il I sec. d.C. Con Diocleziano Otricoli, con altre città dell'Umbria occidentale, entrò a far parte della nuova regione "Tuscia ed Umbra". La città fu distrutta durante la guerra gotica. Verso la metà del sec. VI il vescovo Fulgenzio avrebbe scoperto il corpo di San Vittore, un martire morto nel 11 secolo. Il

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Paciano | Paciano

Pacianesi - Alt. 391 m. slm - Maria SS Assunta, 15 agosto La Storia Di antiche origini seguì la sorte di tutti i centri Umbri e fu invasa, razziata e distrutta. Nel 1312 venne ricostruita in altra località e cinta da mura inattaccabili. Paciano vanta origini etrusco-romane. Lo testimoniano sia il nome che il ritrovamento di suppellettili funerarie effettuato nel corso degli anni, soprattutto lungo il tracciato di quella che doveva essere l'antica via Aureliana, che collega Chiusi a Perugia. Dei primitivi insediamenti si hanno poche tracce: insieme ad alcune citazioni storiche che si riferiscono ad un "castrum Paciani Veteris" la cui testimonianza oggi è costituita da una torre a pianta quadra (la Torre d'Orlando), resti di mura. L'Arte S. Sebastiano, antica chiesetta votiva anteriore dell'anno 1000. Chiesa di S. j Maria di Pretula, con decorazioni con decorazioni interne eseguite da Guglielmo Ascanio. Porta Fiorentina, attraverso la quale si entra nel cuore del paese.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Panicale | Panicale

Panicalesi - Alt. 431 m. slm - S. Michele Arcangelo, 29 settembre. La Storia Importante   Roccaforte   Romana,   fu certamente fondata dagli Etruschi. Il suo nome ha quattro derivazioni: 1) "Pan kalon": luogo dove tutto è bello 2) "Pani calet": luogo dove sorgono le are del Dio Pan 3) "Pan colis": luogo dove si coltiva il panico 4) "Panis Colis": colle sacro a Pan Inespugnabile castello, cedette solo nel 1643 a Mathias capo delle armate Fiorentine dopo esser stato per secoli centro di lotte, assalti, guerre, spartizioni tra Perugia e Chiusi. Nel 1037 fu il primo libero Comune Italiano. Ritornato libero Comune, dopo varie vicende, nel 1316 si dette uno Statuto autonomo che gli consentiva di eleggere tra la propria gente consoli e priori. Ospitò nei secoli cardinali e re; pontefici e principi; imperatori e papi. Da Innocenzo III che vi soggiornò nel 1216, a Paolo III che il 9 agosto 1543, con una Bolla conservata tuttora nell'arch

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Parrano | Parrano

Parranesi - Alt. 441 m. slm - S. Biagio, 3 febbraio La Storia Parrano si sviluppò in epoca medievale come borgo fortificato e munito di castello, nell'area politica di Orvieto. Fu delle famiglie Orvietane dei Filippeschi e dei Monaldeschi e dal sec. XV dello Stato Pontificio. L'Arte Castello e mura. Porta Ripa. Porta di Piazza del 1693.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Passignano sul Trasimeno | Passignano sul Trasimeno

Passignanesi -Alt. 289 m. slm - S. Cristofero, 25 luglio La Storia Passignano ha sempre avuto una grande importanza: situato in posizione strategica, passaggio obbligato fra l'Umbria e la Toscana, ha subito nelle epoche passate numerose distruzioni, assalti e saccheggi. Nel 217 a.C. il promontorio sul quale sorge il paese fu utilizzato da Annibale per sbarrare la strada alle truppe del console Caio Flaminio in ritirata dopo la sconfitta nella Battaglia del Trasimeno. Nel 917 l'imperatore Berengario lo concesse in feudo al marchese Uguccione del Monte. Assoggettato a Perugia (sec. XII) fu più volte devastato nelle lotte tra Perugia, Arezzo e Firenze. Cinto di mura, fu sotto la signoria dei Baglioni sino al 1520. Poi degli Oddi e dei Della Corgna, che nel 1643 lo cedettero al Granduca di Toscana. L'Arte Cinta Muraria, con tre torri e le porte ogivali. Chiesa di S. Rocco, Rinascimentale. Madonna dell'Olivo.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Penna in Teverina | Penna in Teverina

Pennesi - Alt. 302 m. slm - Mad. della Neve, 5 agosto La Storia Le prime notizie sul castello di Penna risalgono al 1425. Fu prima degli Orsini, poi sotto la giurisdizione di Amelia (1437); quindi di Perugia e, infine, dal 1479, sotto il governo diretto della Chiesa. Nei primi anni del sec. XVI gli Orsini tornarono ad esercitarvi poteri; a questa famiglia Penna rimase legata sino al XVIII secolo. L'Arte Palazzo Orsini, del XV sec. Palazzo Capitini, XV sec. Portanovella.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Perugia | Perugia

Perugini - Alt. 493 m. slm - S. Lorenzo, 10 agosto La Storia La sommità del colle sul quale si estende Perugia era già abitata dal IX secolo a.C.; un primo impianto di città è testimoniato a partire dal VI secolo, e un altro interessante insediamento è stato recentemente individuato in zona Ponte della Pietra, sull'asse di collegamento Perugia-Orvieto. Perugia diviene importantissima città etrusca della "dodecapoli", a guardia del confine - il Tevere - che divideva il territorio etrusco da quello degli Umbri. Gli importantissimi siti archeologici sparsi su tutto il comprensorio - gli ipogei dei Volumni, di S. Manno, di Villa Sperandio, e la necropoli di Strozzacapponi - stanno a testimoniare   lo   splendore   e   la   vitalità   della   società   etrusca. I Romani penetrano in Umbria dal 299 a.C., e con il successivo ordinamento regionale istituito da

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Piegaro | Piegaro

Piegaresi - Alt. 356 m.. S. Silvestro, 31 dicembre La Storia Fondata dai Romani verso il 535 a.C. col nome di Piagarium, era un luogo dedicato a Diana. Nonostante le guerre Puniche e quelle di Annibale, ebbe un incremento demografico notevole. Nei secoli successivi il suo destino e la sua storia non furono diversi da quelli delle altre cittadine umbre che subirono invasioni barbariche e lotte medievali. Nel Medioevo divenne famosa per la Lavorazione artistica del vetro, oggi limitata ai soli fiaschi. Fu feudo dei Montemarte di Montegabbione e dei Filippeschi di Orvieto (sec. XIII). Passò Stato della Chiesa nel sec. XVI. L'Arte Tratti di Mura, e resti di Torri. Chiesa Parrocchiale, conserva una cripta romanica della fine del X sec. Santuario della Madonna di Mongiovino.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Pietralunga | Pietralunga

Pietralunghesi - Alt. 566 m. slm - S. Gaudenzio, 29 settembre La Storia Distrutta nel periodo delle invasioni barbariche, Pietralunga venne riedificata (VI-VII sec.) sull'odierno colle col nome di PLEBS TUPHIAE ed a questo periodo si fa risalire la costruzione della Pieve di Santa Maria e della Rocca Longobarda pentagonale (Vili sec.). Col passare dei secoli, il territorio pietralunghese divenne una terra popolata e florida ed il nome della città mutato in PRATALONGA, dai pingui ed estesi pascoli che la circondavano. Libero Comune dall' Xl° al XIV° secolo, Pratalonga venne dotata dello strumento degli Statuti e del Catasto e le vicende politiche che la interessarono non furono dissimili a quelle delle altre città della Regione. A questo periodo risale il fatto, storicamente provato, della Mannaja del boia, conservata dal 1334 presso la Cattedrale di Lucca, che si rievoca ogni anno ad Agosto con il Palio della Mannaja. Allo scadere del XIV secolo, per garantirsi incolumità e sic

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Poggiodomo | Poggiodomo

Poggiodomesi - Alt. 974 m. slm - S. Antonio Abate, 17 gennaio La Storia Fece parte del Ducato di Spoleto e dopo il sec. XI appartenne alternativamente a Leonessa, Cascia ed a Spoleto, di cui seguì le sorti. Il Comune di Poggiodomo fu costruito nel 1809 sotto il governo napoleonico; nel 1816 fu riconfermato dopo la restaurazione pontificia e poi ancora dallo Stato italiano nel 1860. Come tutti i castelli circostanti, anche quelli di Poggiodomo, Mucciafora, Roccatamburo ed Usigni seguirono le alterne vicende di Spoleto o di Cascia, sotto il cui dominio rimasero (dal 1553 sotto Cascia) fino alla costituzione in Comune. L'Arte Chiesa S. G. Battista, del 1496. Palazzo Cardinale Fausto Poli, del 1600. Chiesa S. Carlo, del 1633. Eremo della Stella.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Polino | Polino

Polinesi -Alt. 836 m. slm - S.Antonio da Padova, 13 giugno La Storia Di sconosciute origini, è sorto intorno ad una rocca nel primo medioevo sulle pendici del Monte La Pelosa. Con i suoi campi da sci muniti di impianti di risalita nella stagione invernale e le buone attrezzature per la sosta ed il soggiorno estivo, è meta turistica di rilievo. Polino, inizialmente antico feudo della famiglia Ternana dei Castelli, fu poi possesso dei Polino (da lì il nome) e degli Arroni. Munito di rocca e dotato di zecca mantenne a lungo l'autonomia comunale. Rimangono pochi resti del castello ed un massiccio torrione poligonale. Imponente è la monumentale fontana barocca. L'Arte Fontana barocca, Resti del Castello. Le Scalinate.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Porano | Porano

Poranesi - Alt. 444 m. slm - S. Biagio, 3 febbraio La Storia La sua antica storia si identifica con quella di Orvieto e poi con quella dello Stato Pontificio. Espugnato nel 1365 dalle truppe di Annichino, fu spesso coinvolto dalle lotte fra le famiglie Orvietane. L’Arte Tombe Etrusche. Chiesa di S . Bernardino. Villa Paolina. Castel Rubello.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Preci | Preci

Preciani – Alt. 596 m. slm - Madonna della Pietà, 7 giugno La Storia Preci domina dall'alto la valle Castoriana che deriva il suo nome o da un feudatario del luogo chiamato Castorus o da un tempietto pagano dedicato a Castore e Polluce. Fu citata dal San Gregorio nel 594 d.C. nel "Dialogorum libri" per la presenza di eremi prebenedettini. Danneggiata dal terremoto nel 1328, sarà ricostruita dai nursini. Nel 1527 circa fu cinta d'assedio dalle truppe del Legato della Marca. Distrutta da Norcia per la sua ribellione, venne ricostruita nel 1534. Nel 1817, fu costituita Libero Comune. L’Arte Chiesa di    S .Maria, XII sec. Abbaziai di S. Etizio, V sec.   Tavole   Fiorentine, sec.   XV.   Pinacoteca Parrocchiale. Castello di Roccanolfi, del XII sec.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | San Giustino | San Giustino

Sangiustinesi - Alt. 336 m. slm - S. Giustino, 1 giugno La Storia Luogo importante in epoca romana, perché ospitava le ville dei patrizi dell'impero. Durante il medioevo è stata quasi sempre sotto la giurisdizione di Città di Castello. Feudo prima dei Dotti poi della famiglia Bufalini, che nel 1492vi costruì un castello che il Vasari trasformò in villa nel 1500. E' il comune più a nord dell' Umbria. L'Arte Castello Bufalini, antica fortezza concessa nel 1487 a Nicolo di Manno Bufalini. Trasformato dal Vasari in grandiosa villa, in fortezza e residenza.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | San Venanzo | San Venanzo

Sanvenanzesi - Alt. 465 m. slm - S. Venanzo, 18 maggio La Storia Antico feudo dei Monaldeschi ribelle al dominio di Orvieto. Di San Venanzo non si hanno notizie di epoca etrusco-romana. Viene dunque considerato di origine medievale. Proprio in questo tormentato periodo sorsero numerosi castelli a scopo difensivo, per lo più sopra le alture. I primi documenti scritti risalgono al 1200 e sono contenuti nel "Codice Diplomatico della città di Orvieto" di Luigi Fumi. La sua storia segue pertanto le vicende di Orvieto e delle famiglie che si contesero il potere: i Monaldeschi e i Filippucci. Fu viscontato del Comune di Orvieto. Nel 1295 i nobili riuscirono ad impedire la nomina e quindi, l'esercizio, del potere visconteo. Successivamente il viscontato del castello passò nelle mani di Corrado Monaldeschi e nel 1415 dei nobili di Parrano. Ribellatosi nel 1437, fu distrutto. Inseguito, insieme a San Vito al Monte, verrà compreso nella delegazione di Orvieto. L'Arte Castello, del sec

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Sangemini | Sangemini

Sangeminesi -Alt. 337 m. slm - S. Gemine, 9 ottobre La Storia Antico borgo Romano famoso per le sue acque. Nel Medioevo il paese fu devastato dai Saraceni nell'882. Infeudato nel 1524 dal Pontefice Clemente VII agli Orsini, subì una grave devastazione nel 1527 ad opera delle truppe di Borbone diretto a Roma. Nel 1781 Pio VI elevò San Gemini al rango di città. L’arte Borgo medioevale. Chiesa S. Francesco, del sec. XII. Palazzo del Popolo, con torri mozze. Oratorio.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Sant`Anatolia di Narco | Sant`Anatolia di Narco

Santanatolesi - Alt. 328 m. slm - S. Anatolia, 9 luglio La Storia Sorse con la colonizzazione benedettina nel luogo dove l'Abate sublacense Leone, nella metà del X secolo, ritrovò il corpo di Audace, che uccise nel 253, presso Rieti, Anatolia della famiglia Romana degli Anicia, e da lei convertito al Cristianesimo prima di morire. Nel 1883, nei pressi del capoluogo, fu rinvenuta una necropoli di Naharci (sec. VIII) i cui reperti paleo-etruschi sono ora conservati nel museo Etrusco di Firenze. Si sviluppo intorno al Castello, di cui si conservano le mura fatte costruire da Spoleto nel 1198. Seguì le vicende di Spoleto cui è stato aggregato dal 1927 al 1930. L'Arte Cinta Muraria, XIV sec. Chiesa Parrocchiale, del XIV sec. Oratorio

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Scheggia e Pascelupo | Scheggia e Pascelupo

Scheggesi - Alt. 580 m. slm - S. Paterniano, 9 luglio La Storia Ha origine romane, come stazione sulla via Flaminia, dove vi è costruito un tempio e Giove Pennino. Dopo l'invasione degli Ungari, fu costruito un Castello datato 927. Fu concessa la giurisdizione da Federico I a Gubbio e graviterà per tutto il medioevo su di essa. Nella zona nel 1444 furono ritrovate la famose Tavole Eugubine, i primi liberi scritti su bronzo, in lingua Umbra. E' situata in una zona i confine, nei pressi del passo più comodo per attraversare gli appennini. L'Arte Resti di un Tempio a Giove Pennino. Abbazia di S.M. di Sitria del (sec. XI)

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Sigillo | Sigillo

Sigillarti - Alt. 490 m. slm - Sant'Anna, 26 luglio La Storia Antico Municipio Romano, sulla via Flaminia, l'antica via consolare. Distrutta dai barbari, fu poi tenuta dai Vico, feudatari di Ottone III. Prima sotto la protezione di Gubbio, poi sotto i Perugini, un breve periodo alla chiesa, per ritornare di nuovo a Perugia, fino al 816. Ed alla fine di nuovo alla chiesa. Situato alle falde del Monte Cucco.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Scheggino | Scheggino

Schegginesi - Alt. 367 m. slm - S. Nicola, 6 dicembre La Storia Di antiche origini "Schiaginum" prima, "Schezzino" poi e ai primi del XVIII sec. Scheggino, è un centro agricolo sorto intorno ad un Castello triangolare di pendio, con cassero al vertice, di cui tuttora è visibile la struttura primitiva. La località è cinta di mura del sec. XII. Nel 1522 subì un assedio memorabile da Picozzo Brancaleoni che però non riuscì ad espugnare il castello. L'Arte Mura, del XII sec. Chiesa S. Nicola di Bari, del XII sec. S. Valentino, S. Stefano, S. Vito.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Sellano | Sellano

Sellanesi - Alt. 640 m. slm - S. Severino, 8 giugno La Storia Fondata nell'84 a.C. dai seguaci di Lucio Siila seguì tutte le vicissitudini storiche dei paesi vicini. Compreso nel Ducato di Spoleto Sellano, nel secolo XII, fu assoggettato a Norcia. Passato alla Chiesa (sec. XIII) divenne nel sec. XIV Feudo dei Collicola, signori di Montesanto. La sua origine risale comunque alla colonizzazione romana. Nel Medio Evo ebbe un particolare peso strategico determinato dalla sua posizione geografica; prima del mille fu dei Longobardi. L'Arte Chiesa Madonna della Croce, del 1538. Chiesa di S. Maria, del XIII sec. Palazzo Comunale, con facciata del '500.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Spello | Spello

Spellani - Alt. 280 m. slm - S. Felice, 18 maggio La Storia Di antica origine umbra, fu municipio romano, poi colonia in età triumvirale-augustea. Con Costantino divenne colonia Flavia Constans. Fu sotto il Ducato di Spoleto, nel medioevo è un Castrum. Si ribellò a Federico II, fu da questi devastata. Dal 1389 al 1583, dominio dei Baglioni di Perugia. Successivamente entrò nello stato della chiesa. In bella posizione degradante dal Subasio. L'Arte Porta Consolare, di età augustea. Cappella Tega, sec. XIV con affreschi di scuola umbra. Chiesa di S. Maria Maggiore, sec. XIII, sorge sulle rovine di un tempio sacro a Giunone e a Vesta, famosa per la Cappella Baglioni, affrescata nel 1501 da Bernardino di Betto. Chiesa di S. Andrea, XIII secolo con affreschi di scuola folignate. Palazzo Comunale Vecchio, costruito da Maestro Prode nel 1270. Chiesa di S. Lorenzo, del 1120 con all'interno Cappella del Sacramento.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Spoleto | Spoleto

Spoletini -Alt. 396 m. slm - S. Ponziano, 14 gennaio La Storia Le prime testimonianze provenienti dal colle S. Elia appartengono all'Età del Ferro. Il primo contatto con Roma si può collocare alla fine del IV secolo a.C.; nel terzo secolo a.C. passò sotto la sua influenza. Nel 241, i Romani vi fondarono una colonia: "Spoletium". A Roma, Spoleto si mantenne sempre fedele, specie nelle guerre puniche, non soltanto respingendo Annibale dopo la sua vittoria al Trasimeno (21 ) a.C.) ma soprattutto nel periodo critico successivo a quel lungo conflitto. Nel 43 a.C. vi si fermò Ottaviano prima della battaglia di Modena, facendo un sacrificio in uno dei templi della città. Agli inizi del sec. V si sa che risiedeva a Spoleto il senatore romano Giulio Naucellio. Abbellita da Teodorico (493) e da Belisario (536) fu espugnata da Totila (545) e restaurata da Narsete. Invasa l'Italia, i Longobardi scelsero Spoleto a capo di un fiorente Ducato. Caduti, il Ducato passò ai Franchi. Quando l'impero

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Stroncone | Stroncone

Stronconesi - Alt. 451 m. slm - Beato Ant. Vici, 21 agosto La Storia Nato   nel   medioevo   come   castello,   Stroncone appartenne prima ai monaci di Farfa e poi alla Chiesa. Distrutto nel corso delle accanite lotte contro Narni e ricostruito nel 1215 per volere di Innocenzo III, per lungo tempo fu un inespugnabile castello. Nel 1463 vi fu ospite il Papa Pio II. Nel 1527 fu saccheggiato dai Lanzichenecchi del conestabile di Borbone che marciavano all'assalto di Roma; nel 1799 resistette per 16 giorni all'assalto dei Francesi. Dal 1927 al 1947 venne aggregato al Comune di Terni. L'Arte Chiesa di S. Giovanni. Chiesa di S. Nicolo, del XII sec. Chiesa di S. Francesco, sec XII. Abbazia, del Vili sec.

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Terni | Terni

Ternani - Alt. 130 m. slm - S. Valentino, 14 febbraio La Storia "Interamna Nanartium", ossia "Posta tra due fiumi". E' questo il nome che, probabilmente, venne dato dai Sabini alla città di Terni, situata appunto tra i corsi d'acqua Nera e Serra. Terni è famosa per la sua meravigliosa Cascata delle Marmore e per la festa di San Valentino, patrono della città e protettore di tutti gli innamorati. Rifondata dagli umbri nel 672 a.C. Terni fu un grande centro commerciale finché, non fu dominata da Roma all'epoca di Curio Dentato. Nel 206 a.C. fu sottoposta allo "Jus Latii". L'alleanza con Annibale ristabilì i rapporti con Roma nel 205 a.C. In seguito, con la caduta dell'Impero Romano, Terni fu sottoposta a numerose invasioni barbariche. La sua posizione, sulla via Flaminia, la rendeva particolari-nenie esposta. Subì distruzioni e saccheggi dai Goti di Totila nel 556, dai Bizantini di Narsete nel 554 e dai Longobardi nel 755. Più tardi, nel 1159, Federico Barbarossa diede la città in

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Todi | Todi

Todini - Alt. 410 m. slm - S. Fortunato, 10 ottobre La Storia Fondata nel 2700 circa a.C. dagli Umbri sull'omonimo colle. Il suo antico nome, "Tuderte", significava confine e stava ad indicare il confine con gli Etruschi di cui subì l'influenza. Centro degli Umbri, Todi subì il dominio etrusco, divenendo uno dei centri di maggior interesse fra il V ed il IV secolo a.C. Conquistata da Roma, verso il 340 a.C., partecipò con un suo contingente, nell’218 a.C. ,alla battaglia del Ticino contro Annibale. La città consacrata al Dio Marte fu denominata "Marzia" (conferma il ritrovamento nel territorio, nel 1837,della famosa statua di Marte ora conservata nei Musei Vaticani). I Romani la trasformarono successivamente in loro colonia col nome di "Romana Tuder" ,con facoltà di battere moneta propria. Nell'età cristiana sorsero le prime chiese ed abbazie, mentre con le invasioni dei Goti e dei Longobardi subì distruzioni e saccheggi. Nell’89 a.C. divenne municipio romano. In gran parte rispa

Disponibile una fotografia
Continua...


Storia | Torgiano | Torgiano

Torgianesi - Alt. 219 m. slm - S. Bartolomeo, 25 agosto La Storia Torgiano sorge su di un rilievo alla confluenza del Fiume Tevere con il Chiascio. L'antico "Castrum Torscianus" venne costruito su delibera del Comune di Perugia nel 1276 sull'antico insediamento romano che la leggenda vuole unito al nome del dio Giano, al quale era dedicato l'antico torrione nominato appunto "Torre di Giano". Nel 1500 è oggetto di un saccheggio da parte dell'esercito del Duca Valentino. Nel 1539, al tempo della Guerra del Sale, il memorabile scontro fra le armate pontificie guidata da Pier Luigi Farnese e quelle baglionesche guidate da Ascanio della Corgna. Nel 1797 la cittadina subì l'occupazione Francese e fu annessa a Deruta. Riconquistata dallo Stato Pontificio fu definitivamente ristabilita sotto la podestà di Perugia, di cui seguì le sorti. L'Arte Resti di Mura, e una torre isolata. Chiesa di S. Bartolomeo, del sec XIII. Oratorio, edificato nel 1587. Palazzo Baglioni, assai monumentale

Disponibile una fotografia
Continua...


<< Indietro Avanti >>
Pag: 1 2 3 4





Menù

Servizi

Mappa