Umbria
Banner Advertisement - esposizioni:  - click:
Centri benessere  | Terme  | Itinerari  | Storia  | Arte  | Prodotti Tipici  | Parchi  | Sport  | Università  | Aziende  | Associazioni  | Teatri  |    

Bookmark and Share
Home > Eventi In Umbria > Cerca Eventi teatrali > La compagnia teatrale - Al Castello - presenta il nuovo spettacolo - Un cappello pieno di pioggia -


La compagnia teatrale - Al Castello - presenta il nuovo spettacolo - Un cappello pieno di pioggia -

stampa questa pagina vai al modulo di contatto vai alla galleria fotografica

Eventi teatrali Umbria



La compagnia teatrale "Al Castello" presenta il nuovo spettacolo "Un cappello pieno di pioggia".

Teatro "F. Torti" Bevagna

Michael Vincent Gazo nasce a Hillside, New Jersey, il 5 aprile 1923 e, dopo essersi congedato dall'Aeronautica degli Stati Uniti, al termine della seconda guerra mondiale, si iscrive al laboratorio teatrale di Erwin Piscator.

Frequenti sono le sue apparizioni televisive e le sue partecipazioni a film di successo dove, grazie al suo timbro di voce particolare e alla sua eccezionale costituzione fisica, offre interpretazioni da caratterista di primo ordine; tra queste è opportuno ricordare quella di Clemenza nel "Padrino II".

Si dedica in maniera sporadica alla scrittura drammatica ottenendo un grande successo con "Un cappello pieno di pioggia" che registra a Broadway ben 389 rappresentazioni consecutive.

Muore improvvisamente, nella stessa città dove era nato, il 14 febbraio 1995, all'età di 71 anni.

"Un cappello pieno di pioggia" si inserisce nel filone dei cosiddetti "drammi familiari", un genere molto in voga negli anni dell'autore.

La storia si svolge tra le mura dell'appartamentino di un caseggiato di "cellule familiari" – o "alveare", come diremmo oggi, – dove la "piccola borghesia" vive e lotta con i piccoli e grandi problemi quotidiani.

Il problema di Johnny Pope, è però troppo grande per il fratello minore Polo, che prova tuttavia a gestirlo con le proprie forze senza coinvolgere la cognata Celia, che aspetta un bambino da Johnny, e il padre, che vive lontano e con il quale i due fratelli hanno sempre avuto sporadici e piuttosto superficiali contatti.

Johnny è un reduce dalla guerra di Corea e porta con sé i segni di tale tremenda esperienza come tanti suoi compagni; ma la sua situazione non comporta soltanto i problemi psicologici e di reinserimento che tutti questi ragazzi hanno avuto al loro ritorno.

Esistono nella storia antica e recente molte vicende in cui chi detiene il potere si arroga il diritto di non curarsi dei singoli, ma di perseguire una più o meno legittima "ragion di stato". Le vittime inconsapevoli di questo tipo di politica vengono poi quasi sempre lasciate sole con i propri problemi, per non rendere pubblici comportamenti di stato moralmente illegittimi.

Johnny è una di queste vittime, a causa del modo sbrigativo con cui è stato risolto un grave episodio accadutogli durante il conflitto. L'unico a cui Johnny chiede aiuto è il fratello.

Nell'illusione di risolvere la situazione, Polo si troverà a dover fare i conti con una specie di "banda di poveri diavoli", vittime a loro volta e dipendenti di "Mammà", un piccolo boss della malavita locale.

Questa vicenda creata dagli egoismi e gestita nell'isolamento, comincerà a risolversi soltanto uscendo dal proprio guscio e dalle proprie paure per chiedere e trovare la mano tesa dell'amore e dei sentimenti.

Claudio Pesaresi
www.teatroalcastello.it

modulo di contatto   modulo di contatto


  • Città: Bevagna posizione  Mappa città
  • Zona: Comprensorio di Foligno
  • Inizio Evento: 04/11/2006
  • Fine Evento: 03/12/2006
  • Richiesta Info: clicca qui | Richieste Già Effettuate (1)
  • Galleria Fotografie: clicca qui


Inserisci un link a questa pagina nel tuo sito. Preleva il codice.


<<< Torna indietro



Menù

Servizi

Mappa