Umbria
Banner Advertisement - esposizioni:  - click:
Centri benessere  | Terme  | Itinerari  | Storia  | Arte  | Prodotti Tipici  | Parchi  | Sport  | Università  | Aziende  | Associazioni  | Teatri  |    

Bookmark and Share
Home > Comuni Dell'Umbria > Panicale > Costruzioni storiche > Panicale - Teatro Cesare Caporali


Panicale - Teatro Cesare Caporali

torna pagina precedente stampa questa pagina vai alla galleria fotografica

visto (7262)


Costruzioni storiche Umbria


Panicale - Teatro Cesare Caporali

indirizzo, via Caporali, 16 - 06064 Panicale
capienza posti 154
proprietà Comune di Panicale
gestione Teatro Stabile dell'Umbria
telefono 075.837710

I panicalesi il 14 agosto 1692 fondarono una società di giovani, che "per fuggire l'ozio ed unire gli animi (…) avendo portato a buon termine un nuovo teatro", come recita il documento originale, si impegnò a rappresentare ogni anno nuovi drammi.
Nel 1786, grazie ad una nuova accademia teatrale, il teatro venne ricostruito da Francesco Tarducci e fu denominato Teatro del Sole.
La sala rettangolare era composta da un palcoscenico, una platea e da una galleria sorretta da colonne. Nel 1856 il Teatrino venne arricchito di 24 palchetti e sei barcacce, distribuiti in due ordini, da Giovanni Caproni che ampliò il palcoscenico e sopra i palchi progettò un loggione con ringhiera di ferro fuso. Il pittore perugino Alceste Ricci ne decorò l'interno con ornati a colori, dorature e stucchi, conferendo eleganza al nuovo teatro Cesare Caporali (1530-1601), così denominato per celebrare il poeta "bernesco" di probabili origini panicalesi.
Nel 1869 Mariano Piervittori, celebre pittore marchigiano attivo in zona, dipinse il sipario rappresentando il capitano di ventura Boldrino Paneri da Panicale mentre riceve le chiavi della città di Perugia da lui liberata dall'assedio dei Bretoni.
In questo spazio, per 318 anni, la tradizione teatrale si è perpetuata, anche se nel 1957, per un trentennio, si è trasferita in un altro teatrino a causa della chiusura per inagibilità. Il Caporali è stato riaperto al pubblico nel novembre del 1994 dopo un radicale restauro e ospita ogni anno molteplici spettacoli e, grazie alla Compagnia del Sole che lo gestisce, ogni anno rare produzioni di prosa e musica.



 Per ogni informazione riguardante l'Umbria Contattaci Segnalateci un errore




Inserisci un link a questa pagina nel tuo sito. Preleva il codice.

<<< Torna indietro





Menù

Servizi

Mappa