Umbria
Banner Advertisement - esposizioni:  - click:
Centri benessere  | Terme  | Itinerari  | Storia  | Arte  | Prodotti Tipici  | Parchi  | Sport  | Università  | Aziende  | Associazioni  | Teatri  |    

Bookmark and Share
Home > News Dell'Umbria > RESTAURATO IL CODICE DEL 1227 SUL PROGETTO DI NAVIGABILITÀ DEL TEVERE


RESTAURATO IL CODICE DEL 1227 SUL PROGETTO DI NAVIGABILITÀ DEL TEVERE




All’anteprima di presentazione del facsimile partecipa anche la Banca di Mantignana

RESTAURATO IL CODICE DEL 1227 SUL PROGETTO DI NAVIGABILITÀ DEL TEVERE

L’incontro si terrà sabato 1 ottobre, nel palazzo Arcivescovile di Perugia, alle 17.30



(Avi News) – Perugia, 28 set. – Il codice 34 K 16 del 1227 recante i pensieri di Cornelis Meyer sul “Modo di far navigabile il fiume Tevere da Perugia a Roma”, disegnati dal pittore olandese Gaspar van Wittel, è stato restaurato. Il codice, conservato nella Biblioteca nazionale dei Lincei e Corsiniana di Roma, è un album in cui Cornelis Meyer, ingegnere idraulico inventore di macchine e di accorgimenti per la navigazione, delinea un progetto, su suggerimento di papa Clemente X, sulla fattibilità di rendere navigabile il Tevere tra l’Umbria e il Lazio. Per svolgere l’incarico, l’ingegnere olandese decise di avvalersi della collaborazione di van Wittel, giovane pittore (diventato poi uno dei padri del vedutismo europeo) giunto a Roma, all’età di 23 anni, in occasione del Giubileo e ben presto naturalizzato italiano con il nome di Gaspare Vanvitelli.

Il restauro, insieme al facsimile del codice, sarà presentato in anteprima sabato 1 ottobre, alle 17.30, nella sala San Francesco del palazzo Arcivescovile, in piazza IV Novembre, a Perugia. All’incontro interverranno, coordinati da Gianfranco Malafrina, direttore della rivista “Alumina. Pagine miniate”, Antonio Marinelli, presidente della Banca di Mantignana, Pasquale Giannoni, presidente di Ars Illuminandi, Oliviero Diliberto, professore di diritto romano della Sapienza di Roma, Alberto Quadrico Curzio, professore emerito di economia politica all’Università Cattolica di Milano, e vicepresidente dell’Accademia nazionale dei Lincei, Marco Guardo, direttore della Biblioteca dell’Accademia nazionale dei Lincei e Corsiniana, Daniele Cunego, console onorario dell’Ambasciata di Olanda, Armida Batori, direttore Icpal, e Vittoria de Buzzaccarini, editore di Nova Charta.

Attenta da sempre al recupero di beni storici e artistici, la Banca di Mantignana ha voluto dare il proprio supporto alla società editrice che provvede alla stampa del facsimile del codice, la Ars Illuminandi, con sede a Perugia. “Abbiamo riconosciuto l’importanza dell’iniziativa editoriale – spiegano dall’istituto di credito cooperativo -, per lo stesso principio per cui abbiamo restituito alla cittadinanza di Perugia gli affreschi recuperati e restaurati che caratterizzano la nostra filiale nel centro storico del capoluogo umbro. Crediamo sia importante dare il nostro sostegno anche a iniziative di questo genere che riguardano il settore dell’editoria e sulle ricchezze culturali dell’Umbria”.      








Menù

Servizi

Mappa