Umbria
Banner Advertisement - esposizioni:  - click:
Centri benessere  | Terme  | Itinerari  | Storia  | Arte  | Prodotti Tipici  | Parchi  | Sport  | Università  | Aziende  | Associazioni  | Teatri  |    

Bookmark and Share
Home > Aeroporto di Foligno

Aeroporto di Foligno

L'Umbria ha un cuore "azzurro": l'aeroporto di Foligno
L'Italia ha un cuore verde: l'Umbria e l'Umbria ha un cuore "azzurro" (Azzurro è il colore dell'aviazione - NdR): l'aeroporto di Foligno. Una struttura che, anche se non ha sempre avuto la giusta collocazione tra gli impianti aeroportuali minori italiani, si può considerare a pieno titolo il fiore all'occhiello della storia aviatoria d'Italia. Una storia che vede la città di Foligno legata al volo ed ai suoi primi temerari sperimentatori, ben prima dei fratelli Wright, dal "prete volante" don Abdon Menecali, sacerdote, patriota e pioniere dell'aviazione, nato a Todi il 18 maggio 1827, che verso la metà dell'800 condusse a Foligno, dove viveva, vari esperimenti con macchine volanti, al forse più noto Domenico Micheli, proprietario di uno dei primi cotonifici industriali, a Scopoli (frazione di Foligno), che in collaborazione con l'ing. Ulivi costruì nel 1907 uno tra i primi aeroplani al mondo, a cui diede il nome di una delle proprie figlie, "Maria". L'aereo venne collaudato dal sarto del paese, tale Antonio Bellatreccia, ma dopo vari incidenti fu irrimediabilmente distrutto. Rimangono solo alcune foto dell'epoca e qualche pezzo meccanico dell'aereo. L'aereo era progettato su un modello Bleriot, era lungo 7,2 m con un’apertura alare di 8,02 m, pesava a vuoto 225 kg e montava un motore dell'Anzani di Genova. Una storia che da oltre 100 anni ha segnato con importantissimi successi la storia dell'aviazione civile e militare italiana. (segui il link per avere maggiori notizie >>>)

Oggi, a cento anni di distanza, l'aeroporto di Foligno, intitolato alla Medaglia d'oro al Valor Militare S.Ten. Pilota Giorgio Franceschi, è pronto a tornare alla ribalta e, se ognuna delle forze in campo sarà in grado di giocare il proprio ruolo con capacità, professionalità e determinazione, questa struttura potrebbe tornare ad avere l'importanza che ricoprì negli anni d'oro della sua lunga storia. Nel 1994 si è costituito un Consorzio per la gestione dell'aeroporto di Foligno. Dal 2003 grazie ad una convenzione tra ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) e Comune di Foligno si sta procedendo ad un ammodernamento e potenziamento dell'aeroporto, a cui partecipano anche privati. Il primo intervento è stato la realizzazione di una nuova pista in cemento con rivestimento in conglomerato bituminoso speciale, che è stata inaugurata il 10 settembre 2006. L'aeroporto dispone anche di una pista in erba che è stata resa operativa recentemente e viene usata per lo più per il volo a vela. Questa seconda pista corre parallela a quella in asfalto, misura mt. 30 x 1.100 ed inizia all'altezza della testata 35 (potremmo considerarla una 35R dato che si trova ad EST della stessa con distanza interasse tra le due piste di mt. 130). Le due infrastrutture non possono ovviamente essere utilizzate in contemporanea. Al riguardo e' stato anche pubblicato un NOTAM (NOTAM è l'abbreviazione del termine inglese NOtice To AirMen e viene utilizzato dai piloti di aereomobili o elicotteri per essere aggiornati sulle ultime informazioni di un determinato aeroporto - NdR).

Arrivare a Foligno dal cielo, non è certo una cosa nuova dato che soprattutto dopo l'apertura della nuova pista in conglomerato bituminoso la cosa si ripete sempre più frequentemente e con aeromobili di vario tipo ed ultimamente oltre ai soliti "piccoli" dell'aria, cominciano a vedersi sempre più di frequente anche bimotori e altri aeromobili piccoli e medi che consentono il trasporto di diversi passeggeri. La breve distanza dell'aeroporto dal centro della città, circa un chilometro, e la centralità di Foligno nella vallata umbra, ed in tutto il centro Italia, la sua ricettività e quella dei centri turistici dei dintorni, (una manciata di chilometri da Montefalco, Spello, Assisi, Spoleto e la stessa Perugia - NdR), per chi volesse visitare l'Umbria raggiungendola con un aeromobile, fa di questa infrastruttura aeroportuale un ottimo polo per regalarsi escursioni culturali e assolutamente rilassanti nel territorio umbro ed in tutto il centro Italia. I soci dell'Aeroclub sono sempre cortesemente a disposizione per assistere coloro che decidono di fare scalo a Foligno. Attualmente, inoltre, sono in corso le pratiche per innalzare l'attuale categoria antincendio dal 2° al 4° ICAO e già sono in cantiere i corsi necessari per raggiungere tale scopo ed a breve si conta di avere anche la disponibilità di una stazione di servizio aeroportuale per il rifornimento di AVIO e KEROSENE. Ciò per permettere operazioni aeroportuali anche ad aeromobili più grandi ed offrire maggiori servizi a chi farà scalo nell'impianto folignate. Notizie attendibili fornite dall'attuale responsabile dell'aeroporto, presidente dell'Aeroclub di Foligno, Comandante Mario Belloni, assicurano inoltre che a breve, e ne daremo subito notizia, la pista 35 sarà dotata di sistema per l'atterraggio PAPI. In aeronautica, il PAPI (acronimo di Precision Approach Path Indicator - NdR) è un sistema sviluppato per permettere di mantenere il corretto sentiero di discesa agli aeromobili in avvicinamento ad una pista. È costituito da quattro luci bicromatiche poste a lato della pista stessa; quando ci si trova alla giusta altitudine si vedono due luci rosse e due luci bianche; se si è troppo bassi le luci diventeranno progressivamente tre rosse e una bianca o tutte rosse. Analogamente per una quota eccessiva: si possono vedere tre luci bianche e una rossa o tutte e quattro le luci bianche. Talvolta si può trovare un modello semplificato con solo due luci: bianco-bianco troppo alto, bianco-rosso nel sentiero, rosso-rosso troppo basso. Il dispositivo, importante aiuto per tutti i piloti, sarà comunque garanzia di un perfetto atterraggio anche per quei piloti che non conoscono l’aeroporto.

Nella tabella “Informazioni Generali” sono pubblicate le informazioni più importanti per coloro che intendessero arrivare a Foligno dal cielo. Naturalmente avremo cura di aggiornare, per quanto possibile, tempestivamente, le notizie di questa pagina, ma va precisato che comunque, per informazioni attendibili e sicure va sempre fatto riferimento ai notiziari aeronautici ufficiali ed i Notams pubblicati dalle competenti Autorità. Informazioni sempre aggiornate si potranno inoltre avere dall'Aeroclub di Foligno che al momento gestisce l'infrastruttura aeroportuale ed il cui presidente Comandante Mario Belloni e gli altri soci saranno lieti di fornire a quanti ne faranno richiesta. - Sito Web Aeroclub Foligno >>


Offerte e Link selezionati per voi




Menù

Servizi

Mappa